Il racconto della donna violentata: Mi ha picchiata, poi stuprata.”

Il racconto della donna violentata: Mi ha picchiata, poi stuprata.”

Violentata e picchiata, in Villa Borghese nella notte tra domenica 17 e lunedì 18 settembre. Racconta la sua brutta storia al Messaggiero. La donna di 57 anni tedesca, dopo aver subito questa violenza non vuole farsi toccare più da nessuno.

E stata violentata a Roma, dentro Villa Borghese, è stata ricoverata nell’ospedale Spirito Santo, in stato confusionale, in brutte condizioni, con capelli strappati e non si riusciva nemmeno a capire ciò che diceva e respingeva tutti.

Scrive il Messaggiero: Urla dentro l’autoambulanza e poi tra i corridoi dell’ospedale. Stordita, tra le lacrime, urla disperata. Ripete “orrore, orrore” e non vuole farsi toccare da nessuno. Alza le mani, si copre il volto, singhiozza e grida su una barella, allontanando i medici: “Via, andate via”, ripete.

La povera donna ha subito un forte shock, parla pochissimo e a stento mangia qualcosina. La donna cerca di ricostruire i fatti accaduto, e racconta di essere stata legata nuda, con polsi legati da lacci di scarpe. Un tassista la ritrovò passando per il Viale Washintgton. La donna ricorda che questo uomo le si avvicinò mentre lei stava preparandosi il giaciglio per passare la notte, apparentemente lei ha pensato che l’uomo volesse  scambiare solo qualche chiacchiera. La donna ricorda che l’uomo gli chiese se “voleva bere qualcosa.” L’uomo è diventato insistente, ero spaventata.. racconta.. gli ho detto di andare via, ma lui rimase seduto accanto a me.

Passano solo 20 minuti circa, è l’uomo inizia a picchiarla. E ancora ricercato dalla polizia, si presume che sia originario dell’Est di anni 20.

La donna racconta: “Ero riuscita a scappare, poi mi ha afferrato per i capelli, mi ha picchiata , mi ha violentato. […] Mi ha legato per non farmi muovere e ha continuato a picchiarmi fino a violentarmi. […] Quando lui se n’è andato mi sono slegata e sono corsa a chiedere aiuto”.

Fonte

Vota questo articolo