Emozioni negative, ecco perchè ci si arrabbia: il grande potere delle persone in grado di farci arrabbiare

La rabbia è un sentimento che, purtroppo, fa parte della nostra vita. Ci si può arrabbiare per tanti motivi ma, quello che in tanti non sanno o sul quale non hanno riflettuto abbastanza è che proprio le persone che riescono a farci arrabbiare sono le stesse che esercitano su di noi un grosso potere e che quindi sono in grado di dominarci e di generare in noi quelle che vengono definite emozioni negative. E’ però molto importante riuscire a capire se stessi per poter affrontare gli altri nel migliore dei modi ma soprattutto non bisogna mai trattenere le emozioni in quanto, questo, potrebbe avere delle spiacevoli conseguenza sulla salute e nello specifico sul corpo ma anche sulla psiche.Talvolta ci si arrabbia quando si viene offesi oppure quando qualcuno mette in discussione qualcosa che ci riguarda. Tutto ciò crea un condizionamento in noi dovuto dalle parole espresse da altre persone e che causano quindi la comparsa di emozioni negative che, a loro volta, favoriscono la comparsa della rabbia.

Ma in queste occasioni sarebbe importante avere chiara una cosa molto importante ovvero che quanto detto da tali persone in realtà rappresenta soltanto la loro opinione e quindi non necessariamente rispecchia con ciò che siamo realmente. A generare anche la comparsa di emozioni negative e nello specifico della rabbia potrebbero essere anche le eccessive aspettative che si hanno. Nel momento in cui non accade quanto previsto ecco che può verificarsi la comparsa della rabbia.

Ad esempio se si riceve una particolare offesa da parte di una persona estranea ecco che non succede nulla ma se ad offendere è una persona cara ecco che l’aspettativa era diversa e quindi tale offesa provoca la comparsa della rabbia. Per non arrabbiarsi è necessario,per prima cosa, avere rispetto degli altri ma soprattutto anche di se stessi. Poi ancora credere in se stessi e respirare profondamente non lasciando quindi che la rabbia prenda il sopravvento.

Vota questo articolo